Dal Bollettino Parrocchiale: Avvento (Novembre 2014)

Abbiamo appena celebrato la solennità dei Santi e la memoria dei Defunti, e stiamo andando verso la festa di Cristo Re con cui si conclude l’anno liturgico. Nel mese di dicembre ci si incontrerà con la solennità dell’Immacolata Concezione e poi con il Natale del Signore.  Incontri e occasioni propizie di preghiera, di dialogo e di apertura verso il futuro.

L’avvento è il tempo liturgico che apre alla speranza: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose” (Apocalisse 21,5).

Questa Parola invita ad avere speranza: quando la quotidianità sembra offrire poco o quasi nulla, c’è sempre la possibilità di andare oltre; quando la tristezza schiaccia, forse è il momento di volgere gli occhi verso il cielo: mai Dio si chiude alle nostre necessità, mai guarda al nostro passato per rimproverarci, piuttosto volge il suo sguardo su di noi e invita ad andare avanti, a trovare energie nuove per camminare, per progettare, anche cose piccole, semplici, ma reali.  Dio è il Padre che incoraggia, che da forza e fiducia.  E’ dono di Dio poter considerare la propria vita con serenità e,  magari con una semplice preghiera, «grazie, Signore!» o «scusa, Signore!», trovare la gioia di proseguire e sentire nel cuore che Dio è sempre pronto a

 

darci la mano. Non è difficile ascoltare il Signore e sentirlo parlare: siamo tentati di pensare che non ci ascolta perché pensiamo Dio alla maniera umana, pensiamo di sentire parole e suoni, di vedere azioni con cui Dio interviene nella vita, invece la sua Presenza si nasconde nelle cose semplici e normali di ogni giorno, in una parola gentile o in un rimprovero meritato o in un incoraggia-

mento, ma bisogna vederla, sentire la Presenza, trovare il coraggio di interiorità, allora si vive con il Signore, e Lui parla e agisce in noi.  Questa non è fantasia: anche nelle più piccole cose di ogni giorno, Dio è con noi, dentro di noi (S. Agostino).

Avvento, attesa di cose conosciute e vissute tante volte nella vita; parole dette e ripetute, eppure sempre nuove. L’avvento è attesa di un figlio, di un fratello: ogni madre ripete continuamente alla propria creatura parole dolci,  sussurri di parole che tranquillizzano, eppure anche se sono sempre le stesse, le parole di una mamma sono uniche. Così è anche il nostro avvento: sempre lo stesso, eppure unico, come unico sarà il natale di Gesù!   Questo è il Dio di tenerezza  che fa “nuove tutte le cose” per sorprenderci e farci felici.

p. Francesco – Parroco

18 novembre 2014
Orari delle S. Messe

Dal Lunedì al Venerdì:
8.00 - 9.00 - 10.00 - 18.30
Sabato: 8.00 - 9.00 - 10.00 - 19.00
Domenica: 8.00 - 9.00 - 10.00 -
11.00 - 17.00

Sacramento della Riconciliazione

Dal Lunedì al Sabato:
8.30 - 10.30 ~ 16.00 - 18.00
Domenica: 7.30 - 12.00 - 16.00 - 18.00

Ultime notizie della Parrocchia
Vai all'archivio notizie »
Prossimi eventi
22
ott
Assemblea Operatori Pastorali della CP Udine-Centro

Martedì 22 ottobre ore 20.30: Assemblea di tutti gli Operatori Pastorali della CP … Continua a leggere »

orario: 20.30
26
ott
Cresime

Sabato 26 ottobre Ore 18.00  nella Chiesa di S. Giorgio maggiore: S. Messa … Continua a leggere »

orario: 18.00
27
ott
Voto Cittadino

Domenica 27 ottobre: Voto cittadino. Ore 17.00 S. Messa presieduta dall’Arcivescovo  e concelebrata … Continua a leggere »

orario: 17.00

Vai all'elenco completo dei prossimi eventi »

Cerca nel sito
In primo piano
Dove siamo

Santuario Beata Vergine delle Grazie
Piazza I° Maggio 24, 33100 Udine
Convento: +39 0432 501739
Residenza Universitaria: +39 0432 502714
Centro Culturale: +39 0432 502714